Erba medica, nel Ferrarese impianto di essiccazione targato Bf

Importante investimento di Bonifiche Ferraresi per raddoppiare la capacità di lavorazione. Il prodotto finito sarà esportato in tutto il mondo

Un impianto all'avanguardia per l'essiccazione dell'erba medica che grazie agli investimenti fatti raddoppia la capacità di lavorazione da 400 a 800mila quintali l'anno, con due linee di lavorazione adatte ad altrettanti tipi di materia prima conferita. È quello inaugurato a Ripapersico, frazione di Portomaggiore in provincia di Ferrara, grazie all'ingresso nell'azienda "L'Erba del Persico" di Bonifiche Ferraresi.

Oltre all'acquisto di nuovi macchinari l'azienda è stata ampliata per diventare un punto di riferimento non solo per la lavorazione dell'erba medica in Italia, ma anche per esportare il prodotto finito di alta qualità in tutto il mondo. Al taglio del nastro erano presenti tra gli altri gli amministratori delegati di Bonifiche Ferraresi Spa Federico Vecchioni e di Cai - Consorzi agrari d'Italia Gianluca Lelli, il presidente della Regione Emilia-Romagna Stefano Bonaccini e gli assessori all'Agricoltura Alessio Mammi e al Bilancio Paolo Calvano, il segretario generale della Coldiretti Enzo Gesmundo.


Due linee di lavorazione per due prodotti

Il nuovo impianto di essiccazione ha due linee integrate di lavorazione. La prima è dedicata alla macinazione e pellettatura del foraggio "stagionato", cioè quello conferito dagli agricoltori anche a distanza di molto tempo dallo sfalcio. Il ciclo di lavorazione termina con la produzione di una specie di farina che viene successivamente compattata per il trasporto.

La seconda linea è riservata alla lavorazione dell'erba medica fresca di taglio coltivata in una parte dei duemila ettari dell'azienda Terre del Persico. Viene disidratata (portando l'umidità a un valore compreso tra il 10 e il 14%) ma non macinata, lasciando la fibra lunga. Questo prodotto ha un valore superiore rispetto alla farina ed è molto apprezzato anche all'estero.

Lo stabilimento Erba del Persico diventa così uno dei più importanti d'Italia per standard qualitativi e capacità produttiva nella filiera dell’alimentazione zootecnica creando un collegamento tra i conferitori di erba medica e gli allevamenti mondiali in particolare quelli presenti in Europa, Cina, Paesi Arabi e Corea del Sud.

«Come azionisti dell'azienda L'Erba del Persico siamo molto felici di vedere realizzato e pronto a partire questo nuovo impianto produttivo frutto di investimenti pensati per contribuire a rafforzare il tessuto imprenditoriale agricolo nazionale attraverso un progetto che vede nell'internazionalizzazione uno sbocco naturale – ha detto l'ad di Bf Spa Federico Vecchioni – l'erba medica è strategica per tutta la filiera agricola e agroalimentare italiana. Continueremo a creare progettualità che abbiano ricadute economiche e sociali positive nei territori in cui operiamo».

Pubblicata il 24 mag 2022
Whatsapp
Informativa

Noi e terze parti selezionate (come ad esempio Google, Facebook, LinkedIn, ecc.) utilizziamo cookie o tecnologie simili per finalità tecniche e, con il tuo consenso, anche per altre finalità come ad esempio per mostrati annunci personalizzati e non personalizzati più utili per te, come specificato nella cookie policy.
Chiudendo questo banner con la crocetta o cliccando su "Rifiuta", verranno utilizzati solamente cookie tecnici. Se vuoi selezionare i cookie da installare, clicca su "Personalizza". Se preferisci, puoi acconsentire all'utilizzo di tutti i cookie, anche diversi da quelli tecnici, cliccando su "Accetta tutti". In qualsiasi momento potrai modificare la scelta effettuata.